MIM
Le carte della scuola

PTOF

Visite: 21134

VALUTAZIONE DEL  COMPORTAMENTO

I criteri a cui attenersi per l’attribuzione del voto di comportamento agli alunni sono stai deliberati  dal Collegio dei docenti (7/12/2013) e confermati dal Consiglio d’Istituto (10/12/2013).

 

Per attribuire i voti di comportamento sono stati individuati tre indicatori:

- correttezza nei rapporti

- partecipazione e interesse al dialogo scolastico, intesi anche come regolarità di frequenza (assenza e/o ritardi strategici)

- impegno nello studio e nell’esecuzione delle consegne.

            Il criterio di fondo è che, più che valutare singoli aspetti, con il voto di comportamento si vuole valutare un modo di essere studente, di interpretare la vita scolastica, di sentirsene, seppur a livelli diversi, partecipe.

            I criteri sono i seguenti:

 

Voto 10  all’alunno che si distingue per la correttezza nei rapporti, per la partecipazione attiva e, soprattutto nel triennio, costruttiva al dialogo scolastico, per l’impegno rigoroso.

Voto 9 all’alunno che ha mostrato correttezza nei rapporti, attenzione e interesse al dialogo scolastico, impegno puntuale.

Voto 8 all’alunno che ha evidenziato rapporti sostanzialmente corretti, ha partecipato all’attività scolastica, anche se non in maniera propositiva, si è impegnato in modo non sempre regolare.

Voto 7 all’alunno che ha tenuto un comportamento più volte scorretto, evidenziato anche da note disciplinari, che ha partecipato con interesse disomogeneo e/o con discontinuità al dialogo scolastico, che si è impegnato con  superficialità;

Voto 6 all’alunno che ha tenuto un comportamento gravemente o ripetutamente scorretto, evidenziato anche da note disciplinari, partecipazione superficiale e discontinua al dialogo scolastico, impegno molto limitato e/o settoriale.

Voto 5 questo voto sarà attribuito secondo le indicazioni di cui ai commi 3 e 4 del D.M. 16.01.2009, n. 5 e dei commi 2 e 3 dell’art. 7 del D.P.R. 22.06.2009, n. 122.

 

NOTE

  1. Le note e le sanzioni disciplinari costituiranno elemento significativo per l’attribuzione del voto di condotta.
  2. Per l’attribuzione del voto 7 o del voto 6 non è necessaria la presenza di tutti gli elementi di valutazione indicati.

 

Torna su