MIM
Le carte della scuola

PTOF

Visite: 21137

CRITERI PER L’ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO

(per le classi del triennio)

 

Nell’attribuzione del credito scolastico, all’interno della fascia determinata dalla media dei voti di profitto e di comportamento (Tabella allegata), il Consiglio di classe valuterà i seguenti elementi:

  1. a) preparazione complessiva e profitto;
  2. b) assiduità della frequenza, interesse ed impegno nella partecipazione al dialogo educativo ed alle attività integrative, crediti formativi;
  3. c) le attività integrative e i crediti formativi saranno presi in considerazione a condizione che l’alunno non abbia trascurato i suoi impegni curriculari;

 

con i seguenti criteri:

  1. a) all’alunno che nello scrutinio di Giugno consegue tutte valutazioni positive senza l’aiuto del consiglio di classe, la cui media superi la soglia minima di almeno 0,3punti e consegue un voto di comportamento non inferiore ad 8 (otto) decimi, verrà attribuito il punteggio massimo della fascia in cui è inserito;
  2. b) il punteggio massimo di ciascuna fascia potrà essere attribuito solo se l’alunno avrà conseguito un voto di condotta non inferiore a 8 (otto) decimi;
  3. c) il massimo del punteggio sarà attribuito agli alunni che raggiungono con la media aritmetica dei voti la fascia più alta e presentano valutazioni omogeneamente brillanti, specie nelle materie di indirizzo;
  4. d) agli alunni candidati interni, ammessi all’esame di stato pur essendo stati presentati in scrutinio con una o più proposte di voto non sufficiente, il credito scolastico viene attribuito nella misura minima della fascia nella quale si collocano in base alla media dei voti.

 

CREDITI FORMATIVI

Si tratta di attività svolte all’esterno della scuola che verranno riconosciute a condizione che l’alunno non abbia trascurato i suoi impegni scolastici e purché, a parere del consiglio di classe, l’attività esterna alla scuola abbia determinato una crescita sul piano della formazione umana e culturale.

 

  • attivita’ di Tirocinio, Stage, Master di tipo orientativo;
  • corsi di studio con conseguimento di adeguata certificazione del livello raggiunto, fornita da parte di Enti culturali di rilievo nazionale, con esclusione del 4^ anno all’estero;
  • partecipazione a concorsi, a cui abbia aderito la scuola, organizzati da Enti culturali italiani e stranieri, al di là della fase di Istituto;
  • attivita’ sportive con risultati di livello almeno regionale;
  • attivita’ musicali, teatrali e artistiche;
  • attivita’ sociali/culturali/ambientali e di volontariato, a carattere continuativo, promosse, sulla base di progetti, da Enti del territorio;
  • pubblicazioni.

 

TABELLE ALLEGATE PER L’ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO

(come modificato a partire dall’a.s. 2018-2019 ex d.lgs. n. 62/2017)

TABELLA A

CREDITO SCOLASTICO Candidati interni

 

Media dei voti

Credito scolastico (punti)

 

3° anno

4° anno

5° anno

M < 6

-

-

7 - 8

M = 6

7 - 8

8 - 9

9 - 10

6 < M ≤ 7

8 - 9

9 - 10

10 - 11

7 < M ≤ 8

9 - 10

10 - 11

11 - 12

8 < M ≤ 9

10 - 11

11 - 12

13 - 14

 9 < M ≤ 10

11 - 12

12 - 13

14 - 15

 

NOTA - M rappresenta la media dei voti conseguiti in sede di scrutinio finale di ciascun anno scolastico. Al fini dell’ammissione alla classe successiva e dell’ammissione all’esame conclusivo del secondo ciclo di istruzione, nessun voto può essere inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con l’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento vigente. Sempre ai fini dell’ammissione alla classe successiva e dell’ammissione all’esame conclusivo del secondo ciclo di istruzione, il voto di comportamento non può essere inferiore a sei decimi. Il voto di comportamento, concorre, nello stesso modo dei voti relativi a ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con l’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento vigente, alla determinazione della media M dei voti conseguiti in sede di scrutinio finale di ciascun anno scolastico. Il credito scolastico, da attribuire nell’ambito delle bande di oscillazione indicate dalla precedente tabella, va espresso in numero intero e deve tenere in considerazione, oltre la media M dei voti, anche l’assiduità della frequenza scolastica, l’interesse e l’impegno nella partecipazione al dialogo educativo e alle attività complementari ed integrative ed eventuali crediti formativi. Il riconoscimento di eventuali crediti formativi non può in alcun modo comportare il cambiamento della banda di oscillazione corrispondente alla media M dei voti.

 

Regime transitorio

TABELLA DI CONVERSIONE DEL CREDITO CONSEGUITO NEL III E NEL IV ANNO

Candidati che sostengono l’esame nell’a.s. 2018/2019

 

Somma crediti conseguiti

per 3° e 4° anno

 

Nuovo credito attribuito

 per 3° e 4° anno (totale)

6

15

7

16

8

17

9

18

10

19

11

20

12

21

13

22

14

23

15

24

16

25

 

Torna su